Prodotti derivati dalle api a Vigevano

miele, pappa reale, propoli  e polline 


Il prodotto più importante derivato dalle api è il MIELE prodotto da fiori di molte specie differenti tra cui, ad esempio, acacia, arancio, millefiori, tiglio, castagno, corbezzolo, girasole, mandarino, tarassaco ma anche altri particolari come miele di melata e di manuka; la disponibilità è comunque variabile a seconda della stagionalità e disponibilità. Ad eccezione del miele di manuka, di origine esotica, tutti gli altri sono di origine italiana.

La PROPOLI, viene bottinata dalle api nei periodi di bassa raccolta dei nettari, quando sono impegnate allo stoccaggio delle riserve invernali: viene da loro usata per costruire e proteggere l’alveare mentre per uso umano è riconosciuto per le sue proprietà antisettiche, particolarmente indicato per problemi stagionali del cavo orale. 
E’ disponibile in diverse formulazioni, sia per adulti che per bambini. Il prodotto, a nostro marchio, è titolato e particolarmente concentrato sempre a garanzia di qualità ed efficacia. Il titolo minimo garantito per gli adulti è pari a 45 mg/ml di flavonoidi totali (espressi come galangina), nella versione per bambini è pari a 9 mg/ml.

La PAPPA REALE, prodotta dalle ghiandole ipofaringee e sottomandibolari delle api nutrici,  è l’alimento importante per tutte le api nei loro primi 3 giorni di vita e l’unico alimento per tutta la durata della vita delle api regine. 
La pappa reale fresca è una secrezione biancastra dalla consistenza gelatinosa contenente circa il 70% d’acqua, 14% circa di zuccheri (principalmente glucosio e fruttosio) e circa un 13% in proteine sottoforma di amminoacidi essenziali; la parte rimanente è costituita da lipidi (per lo più acidi grassi), minerali e vitamine. Va conservata in frigorifero per circa un anno al massimo. La pappa reale liofilizzata ha una concentrazione  circa 3 volte maggiore rispetto alla  pappa reale fresca. Entrambe vengono di preferenza assunte a digiuno, al mattino, per via sublinguale, con un dosaggio diverso a seconda dell’età e dell’esigenza.
L’utilizzo è indicato per periodi di particolare stress come tonico e per sostenere l’organismo.
In Erboristeria antica tradizione è disponibile sia la pappa reale fresca in formato da 10 g sia la liofilizzata in formato da 14 bustine orosolubili.

Il POLLINE, unica impronta digitale di ogni singola specie di pianta, è costituito da granellini che racchiudono tutto ciò di cui necessita un essere vivente: protidi, lipidi, glucidi, sali minerali, vitamine, ormoni ed enzimi; sono le cellule riproduttrici maschili della pianta e sono trasportate dalle api che in cambio ricevono nettare, anche se le api stesse utilizzano in parte il polline. Ogni ape raccoglie una sola varietà di polline e in base alla specie da cui il polline è stato raccolto la composizione varia; mediamente è composto dal 23% in proteine (che includono un’alta percentuale di amminoacidi essenziali) e significative quantità di acidi nucleici, 30% circa di carboidrati (soprattutto glucosio e fruttosio), 5% di lipidi, in particolare acidi grassi essenziali come l’ac. gamma-linoleico ma anche fosfolipidi e fitosteroli, circa 2% in composti fenolici, soprattutto flavonoidi, leucotrieni, catechine ed acidi  fenolici, circa l’1% vitamine (A, E, D, B1, B2, B6 e C)  ed un altro 1% in oligoelementi tra cui calcio, fosforo, magnesio, sodio, potassio, ferro, rame, zinco, manganese, selenio. Nel polline essiccato le concentrazioni di tali costituenti ovviamente sono nettamente maggiori. 
Il polline può essere consumato puro oppure macinato in polvere, eventualmente miscelato al miele, nello yogurt o nel latte. E’ ideale come ricostituente soprattutto durante i cambi stagionali, in particolar modo per bambini e anziani, oppure per tutto il periodo invernale.
Allergie: alcuni soggetti particolarmente sensibili possono presentare sintomi di allergia in seguito all’assunzione di polline.

L’ACETO DI MIELE BREZZO viene preparato a partire da un finissimo miele di acacia biologico che viene diluito in acqua e fermentato lentamente. L'aceto non subisce alcuna pastorizzazione e chiarificazione chimica per cui i batteri e gli enzimi presenti non vengono distrutti aumentando così la disponibilità degli stessi all'interno del prodotto. L' acidità è leggermente inferiore rispetto a quella dell'aceto classico di vino e la sua tollerabilità è più accentuata. 
L'aceto di miele è ottimo come condimento di insalate, ortaggi, salse, agrodolci, macedonie di frutta, pesce. Diluito in acqua e servito freddo è un ottimo dissetante.